Salta al Contenuto Principale

La depressione da compleanno

Scritto da il in Psicologia

Non tutti reagiamo allo stesso modo nei confronti delle ricorrenze. Io, ad esempio, da vent’anni a questa parte detesto il mio compleanno: più genericamente (come chiunque abbia sofferto di depressione) odio qualunque motivo indotto per essere felice. Nello specifico, invecchiare significa aggiungere un altro chiodo alla croce dell’inutilità individuale e sociale; riconoscere, insomma, i nuovi limiti e le opportunità mancate. Tutto ciò mentre sono costretto a ringraziare per gli auguri ricevuti.

Leggi tutto…

Iterum rudit leo

Scritto da il in Filosofia

La Serenissima ha un fascino particolare per il sottoscritto. Ogni volta che ritorno a Venezia riconosco i luoghi in cui sono stato, ho una serie infinita (e a tratti persino molesta) di déjà-vu e ciò nonostante non potrei dire di conoscerla. La porto nel sangue della mia nonna materna e nel vino bianco frizzante, quel Prosecco della Valdobbiadene che la fa da padrone in cantina. Ma anche nella Basilica del Santo di Padova cui mia madre fece un voto quando rischiava di perdermi. Più d’una città.

Leggi tutto…

Le insostenibili richieste della burocrazia

Scritto da il in Sociologia

L’Italia è un Paese fondato sulla burocrazia, che continua a causare il disboscamento delle aree boschive per sostenere il proprio atavico bisogno di stampare inutilmente dell’inchiostro sulla carta. La digitalizzazione è un’utopia, lo snellimento della macchina burocratica una ‘barzelletta’ che non farebbe ridere un individuo sotto THC: giorno dopo giorno, mi domando come una simile amministrazione sia sopravvissuta finora. E mi preoccupo del futuro che m’attende… giacché del tuo non m’importa.

Leggi tutto…

Il cervello enterico e gli attacchi di panico

Scritto da il in Psicologia

La scienza ha confermato da tempo ciò che tutta l’umanità sapeva – almeno, fino al romanticismo – ovvero che abbiamo un sistema nervoso enterico: una sorta di secondo cervello che agisce indipendentemente dalla nostra volontà. Ciò, insomma, che in gergo definiamo ‘somatizzare’ o riversare sul corpo le emozioni. Non è un fenomeno paranormale né un sintomo d’una patologia mentale; è un segnale che stiamo facendo qualcosa che il nostro inconscio ritiene controproducente per la nostra sopravvivenza.

Leggi tutto…

Hic sunt leones

Scritto da il in Psicologia

Era ciò che scrivevano i Romani, sulle mappe, riguardo alle terre non ancora civilizzate: è stato ripreso da un famoso gruppo ultrà – il primo in Italia – ormai disciolto. Il significato, da negativo che fu, è diventato ‘positivo’ o comunque ha invertito il senso; oggi, hic sunt leones è un grido di battaglia contro la viltà dell’avversario reale o supposta che sia in ragione del proprio coraggio. Un inno hobbesiano che ricorda la natura ferina dell’umanità, oltre ogni ipocrisia della modernità.

Leggi tutto…